Loading...
X

Set in Versilia: Pineta di Levante

Set in Versilia, un viaggio attraverso il territorio e i suoi meravigliosi palazzi.

La Pineta è stata per molto tempo sinonimo di valori naturalistici, costituendo la macchia verde lucchese.

Set in Versilia: la pineta

La Pineta si estende da Viareggio fino a Torre del Lago, ed è stata set di molti film sin dalla nascita del cinema.

Non possiamo che nominare L’isola dei Beati di Max Reinhardt e Maciste all’Inferno del 1926 di Guido Brignone.

Con Le Ragazze di San Frediano (1954) Valerio Zurlini racconta una Viareggio romantica e selvaggia.

set in versilia

Protagonista di un esteso progetto di bonifica, che permise al terreno di essere coltivabile, diventò un’opportunità che condusse al triplicarsi la crescita demografica a Viareggio in poco più di mezzo secolo.

Grazie a questa salubrità nasce una nuova attrattiva che si sposta verso Viareggio, che si concretizza nel Settecento quando le famiglie medicineoffer.com ricche di Lucca iniziano a costruire nuove residenze di villeggiatura.

Nel 1820 Maria Luisa di Borbone elegge Viareggio al rango di città, seguendo le orme della principessa lucchese Elisa Bonaparte Baciocchi che aveva sempre dimostrato di avere un occhio di riguardo per il territorio viareggino.

A seguito di questi decreti, nascono le Pinete di Levante e di Ponente, poco prima del ducato borbonico, 1817.

La Duchessa Maria Luisa acquistò la pineta per renderla un parco reale, seguendo un progetto del regio architetto Lorenzo Nottolini.

 

L’articolo si basa sul contenuto del libro Versilia, Cento Anni di Cinema, a cura della Fondazione Banca del Monte di Lucca.